8 novembre SCUOLE MEDIE – posti esauriti!

CHIAMATA ALLE ARTI – PROGRAMMA DEI LABORATORI ARTISTICI E CULTURALI

ATTENZIONE, POSTI ESAURITI!!!!

Sono disponibili 3 laboratori gratuiti per disciplina ed uno spettacolo conclusivo,  sempre con accesso gratuito! Per l’assegnazione dei laboratori verrà seguito l’ordine di ricezione delle richieste. Il sito verrà aggiornato quotidianamente indicando le opzioni disponibili.

orari delle attività': 8.15-9.05 |  9.20-10.10 | 10.25-11.15 | 11.30-12.20

12.45 RIENTRO A SCUOLA

chiamata alle arti2

LABORATORI ARTISTICI (dettagli in coda all’elenco)

_ TEATRO con Clara Setti  presso Urban center corso Rosmini 58 – sala 1 piano

_ GIOCOLERIA con Emanuele Cozzaglio (Magico Camillo) presso Urban center corso Rosmini 58 – sala Kennedy

– GIOCOLERIA con Anna Cavarzan presso sala Artea via Rialto 48

_ HIP HOP con Ylenia Lovato presso urban center corso Rosmini 58 – sala Cid 1 piano

_ DANZA EDUCATIVA con Vanessa Bertoletti presso Urban center corso Rosmini 58 piano terra

_ TEATRODANZA con Fanny Oliva presso sala Artea corso Bettini 58 piano terra

_ TRUCCO DA SCENA con Lucia Santorsola presso Urban center saletta piano terra

_ TAIJI CHI con Valentina Petrolli  presso sala Artea corso Bettini 58 1 piano

LABORATORI CULTURALI E SCIENTIFICI:

_ COM’E’ FATTO IL CASTELLO a cura del Museo storico italiano della Guerra presso Fondazione Caritro piazza Rosmini sala grande

_ MILLERIGHE. LA CREATIVITA’ DELLA LINEA  a cura del MART – servizi educativi – presso Mart corso Bettini 43

_ VOLTAFACCIA (laboratorio sulla fisionomia) a cura del MART – servizi educativi – presso Mart corso Bettini 43

_ FARE & DISFARE a cura di Katjuscia Tevini presso assessorato alla cultura corso Bettini 43 interno corte piano terra

_ CITIZEN SCIENCE FOR KIDS: ALLA SCOPERTA DELLA CIMICE ASIATICA! a cura della Fondazione Mach presso Fondazione Caritro piazza Rosmini

_ QUANTI NEURONI HAI? CERVELLINI E CERVELLONI a cura dell’Università di Trento – Cimec presso Fondazione Caritro piazza Rosmini

DESCRIZIONE ANALITICA DEI LABORATORI

le sedi, aggiornate quanto prima, sono collocate tra l’asse di corso Bettini e corso Rosmini

TEATRO – Dalla mente al cuore: i segreti dell’attore – 2 laboratori disponibili

a cura della Compagnia Evoè Teatro – con Clara Setti

sibby-bandierine-al-vento 

Il laboratorio vuole sperimentare le potenzialità attoriali e quindi sensoriali dentro ognuno di noi: quali sono le caratteristiche di un attore? Quali sono i suoi strumenti di lavoro? Il laboratorio sarà una scoperta che andrà a indagare le potenzialità personali e uniche di ognuno, attraverso 3 momenti:
1) il Training psico-fisico dell’attore
2) i 4 centri energetici: lavoro sulle diverse abilità espressive del corpo attoriale
3) fondamenti di improvvisazione: i 4 passi dell’attore
abbigliamento comodo per lavorare (calzini di ricambio, magliette possibilmente maglie senza scritte)

(foto Mirko Piffer)

GIOCOLERIA E ARTI CIRCENSI con Magico Camillo – posti esauriti

185    

Laboratorio creativo di gioco, movimento ed espressività nella scoperta delle arti circensi; filo conduttore del percorso sarà il gioco. Le esperienze sensoriali, il movimento, il gioco e le attività creative sono il cibo per il nostro cervello, attivano processi creativi che coinvolgono l’intera personalità e sviluppano competenze cognitive oltre a quelle motorie. Esse rappresentano il motore dello sviluppo armonico ed equilibrato dell’uomo.

GIOCOLERIA con Anna Cavarzan

Le attività sono dedicate alla prima scoperta delle discipline circensi. Materiale proposto: fazzoletti da giocoleria, palline, diablo, piatti cinesi, sfera di equilibrio.

 

HIP HOP ins. Ylenia Lovato 

yle  

Slegato dalla danza accademica, l’Hip Hop è una danza di strada che nasce sulle modulazioni della musica Hip Hop. Genere coinvolgente e grintoso, per essere praticato necessita di abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica di ricambio.

DANZA EDUCATIVA a cura dell’ass.ne Artea con Vanessa Bertoletti –

023

Organizzata secondo regole che danno ampio spazio alla creatività personale e corporea, la danza educativa mira in particolar modo alla consapevolezza espressiva del movimento e non all’apprendimento di codici precostituiti. Attraverso la danza l’allievo impara a conoscere il proprio corpo e ad usare il movimento come mezzo di comunicazione con gli altri, impara a scoprire che la qualità del movimento varia a seconda delle emozioni e delle sensazioni provate ed è strettamente collegata allo spazio usato, alla musica, al ritmo, e, non ultimo, alle persone che lo circondano.
In questa prospettiva metodologica la danza può essere definita come l’arte di usare e organizzare il movimento per esprimersi, comunicare e inventare; vuol dire principalmente sapersi muovere, saper creare e saper osservare.

TEATRODANZA a cura dell’associazione Artea – con Fannj Oliva

10269287_10204103832584958_2439102187904918675_o

Il corso esplora gli aspetti tecnici, improvvisativi e compositivi di teatro e danza guidando i partecipanti alla scoperta del linguaggio creativo del proprio corpo e di quello degli altri.

Si consiglia abbigliamento comodo. Si lavora a piedi nudi.

TRUCCO DA SCENA con Lucia Santorsola

134

Breve dimostrazioni di un trucco teatrale e cinematografico.  Verranno illustrate in breve le differenze tra un trucco teatrale ed uno cinematografico: come cambiare un viso in funzione del personaggio e della scena che l’attore andrà ad interpretare. A seguire piccola dimostrazione pratica.

TAIJI CHI a cura dell’ass.ne Artea con Valentina Petrolli

taiji

Chi lo ha detto che da giovani non si senta lo stress? Per crescere bene è importante sapere attingere alle proprie energie interiori, ritrovando equilibrio e calma anche in piena adolescenza. proviamoci con il taiji chi!

LABORATORI CULTURALI E SCIENTIFICI

COM’E FATTO IL CASTELLO a cura del Museo storico italiano della Guerra

castello  MARCHIO 2

Partendo da alcune immagini cercheremo insieme di riflettere su com’è fatto un castello, com’erano fatte le uniformi dei soldati e com’era la loro vita durante la Prima guerra mondiale. L’incontro sarà l’occasione per mettere alla prova la propria capacità di analisi e imparare cose nuove.

 

MILLERIGHE. LA CREATIVITÀ DELLA LINEA – Progetto di Annalisa Casagranda – Mart

terzo giorno (3)mart_logo

Questo laboratorio invita i ragazzi a sperimentare le possibilità espressive della linea intesa non come contorno di una figura bensì come elemento autonomo che si dipana nello spazio del foglio. Come in uno scarabocchio tracciato distrattamente a margine di una pagina, la linea può svilupparsi in un crescendo non predeterminato, sorprendendoci con le sue qualità decorative. Nel corso dell’attività, si possono sperimentare alcune possibilità: andamenti lineari che interagiscono tra loro in un lavoro a più mani, linea come traccia del gesto e del movimento del corpo.

 

VOLTAFACCIA – Progetto di Annalisa Casagranda – Mart – posti esauriti

34 Voltafacciamart_logo

Cosa si nasconde dietro un volto? Un ritratto mostra solo la fisionomia di una persona o qualcosa di più? Questo laboratorio si confronta con i tanti volti ritratti nelle opere delle collezioni del Mart e delle mostre temporanee. Dopo aver osservato alcune figure dipinte dagli artisti, i ragazzi sono invitati a disegnare “l’altra faccia” del ritratto, dando forma ai pensieri, alle emozioni, ai desideri e ai ricordi che stanno dietro un volto, usando uno “scomparto segreto” che si scopre voltando pagina. Per capire che l’arte non si limita a ritrarre la faccia di qualcuno, ma anche ciò che ha nella testa.

FARE & DISFARE a cura di Katjuscia Tevini

IMG_6489

Ridurre, Riutilizzare, Riciclare. Impiegando materiali di recupero, come il cartone e la carta, si possono creare infinite variazioni di una piccola e leggera scultura. Come già diceva Bruno Munari, osservando il lavoro tridimensionale da diversi punti di vista questo cambia aspetto e i nostri pensieri da pratici diventano lentamente estetici.

CITIZEN SCIENCE FOR KIDS: ALLA SCOPERTA DELLA CIMICE ASIATICA! a cura della Fondazione Mach con Anna Eriksson, Livia Zapponi – 1 laboratorio disponibile

 LOGO_ORIZ_COL

Lo sapevi che… i ricercatori chiedono ai cittadini di utilizzare un’applicazione smartphone per studiare la presenza della cimice asiatica? In questo laboratorio impareremo a riconoscere questa specie aliena e come fare scienza in modo partecipato per studiare i suoi spostamenti. Scopriremo anche come le vibrazioni possono essere utilizzate per catturarla.

 

QUANTI NEURONI HAI? CERVELLINI E CERVELLONI - a cura del Cimec 

Pulcino©ACN Lab_CIMeCunitnCimec

Viaggio alla scoperta del cervello con la neuroscienziata Elena Lorenzi: chi è più intelligente tra una scimmia e una balena? Come fare per capirlo? Ed ancora: un cervello piccolo è sinonimo di stupidità, oppure le dimensioni non contano poi più di tanto? Saranno questi alcuni interrogativi ai quali la nostra ricercatrice risponderà durante il suo laboratorio. – 2 laboratori disponibili (I turno ore 8.15, III turno ore 10.25)

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>